Condividi

DAGLI ANNI TRENTA AGLI ANNI CINQUANTA 

Scuola '30

Il nostro Istituto nasce negli anni Trenta, come Scuola Tecnica Commerciale. 

E’ una scuola rivolta ai giovani che non hanno sostenuto l’esame di ammissione. Si tratta di un triennio di Avviamento Professionale che prende vita dal Regio Decreto R.D.05/02/1928 n.577 (“Dei fini e dell'ordinamento dell'istruzione secondaria di avviamento professionale e L.22 Aprile 1932, n.4”).

I primi sviluppi, legati da subito ai cambiamenti in atto nel tessuto sociale, portano la data degli anni '50. E’ allora, infatti, che viene istituito un corso biennale, successivo al triennio, che permette agli studenti di conseguire la qualifica di Computista Commerciale.


 ANNI SESSANTA 

Scuola '70

E’ il 1° Ottobre 1961: la scuola diventa Istituto Professionale di Stato.

Come sancisce l'estratto dal Verbale dell’Adunanza del Consiglio di Amministrazione: 

"... Il giorno 11 Ottobre 1961 alle 16,30 in Parma, nella sede della Scuola Tecnica Commerciale

"P.Giordani" si riunisce il Consiglio di Amministrazione della Scuola Tecnica Commerciale, che, preso atto della lettera in data 2 ottobre 1961, prot. 7.522, Ministero P.I., con la quale si comunica la istituzione di un Istituto Professionale di Stato per il Commercio in Parma con decorrenza 1 Ottobre ...; ... Il consiglio delibera di segnalare al Provveditore agli Studi l'opportunità di attivare corsi triennali per la qualifica di Segretari d'Azienda e Contabili d'Azienda - e corsi biennali per la qualifica di Stenodattilografi e Corrispondenti in lingue Estere". 

 ANNI SETTANTA

 Scuola '70
Nemmeno dieci anni dopo, per rispondere alla crescente domanda di specializzazione del mondo del lavoro, ecco moltiplicarsi i corsi post-qualifica, per il conseguimento della maturità professionale. A partire dall’anno scolastico 1969/1970, in attuazione alla legge 27/10/1969 n.754., esistono già varie classi di stenodattilografia, alcune classi di segretariato d'azienda, una classe di addetti alla contabilità d'azienda, così come prende vita il primo corso di Diploma di Segretario d'Amministrazione. 
 
Ma le richieste sono in costante aumento, soprattutto per quanto riguarda i corsi per addetti alla contabilità. Tanto che nell'anno scolastico ‘75/’76 sono addirittura sei le classi terze che devono sostenere l'esame di qualifica. Anche per questo, alla fine degli anni Settanta, come naturale sbocco del corso triennale di addetti alla contabilità viene istituito il corrispondente corso post-qualifica: il conseguimento del diploma di Analista Contabile. 

 ANNI OTTANTA 

Scuola '80

Di nuovo, come prima, come sempre, l'evoluzione dell'offerta formativa dell'Istituto è sempre più strettamente connessa alle richieste del mercato occupazionale. Un mercato in costante rinnovamento e alla vigilia di quella che sarà (che è) la rivoluzione informatica. Per questo, da subito, il nostro Istituto si prepara e prepara a rispondere all’applicazione al lavoro d'ufficio delle nuove tecnologie. Ma non è questa l’unica tappa di un percorso che non smette di crescere. 

1983/1984: a Parma nasce il Cepim. Viene attivato il corso triennale per il conseguimento della qualifica di "Addetto alle Spedizioni e ai Trasporti".

1985/1986: Parma acquista sempre maggiore importanza dal punto di vista turistico oltre che come potenziale centro di attività congressuali. Viene attivato il corso triennale per il conseguimento della qualifica "Addetto all'impresa turistica"

1986/1987: il corso triennale di qualifica "Addetto alle Spedizioni e ai Trasporti" viene integrato con il biennio post - qualifica che porta al conseguimento del diploma sperimentale di "Tecnico delle spedizioni internazionali". L'espansione del terziario consiglia di attivare anche un corso di Diploma per Operatori Commerciali, con un preciso orientamento al marketing: il primo 'compito di realtà' di questo corso, sarà quello di elaborare e produrre il 'logo' di Istituto: le iniziali P.G. sulle tonalità di verde e di blu che, da allora, ci identificano.

1987/1988: la Direzione Generale per l'Istruzione Professionale propone agli Istituti Professionali il progetto sperimentale denominato "Progetto 92". L'istituto rientra tra i cento che, a livello nazionale, accettano la sfida: due sono le sezioni coinvolte. L'importanza di questa sperimentazione consiste nel fatto che il quadro orario prevede un elevato numero di ore destinato allo sviluppo della dimensione culturale ; si ritiene infatti che tale dimensione rappresenti il fondamento necessario per l'evoluzione delle attività professionali che riducono sempre più l'impostazione esecutiva del lavoro a favore di un corretto ed autonomo orientamento al risultato. I nuovi corsi prevedono anche lo studio di due lingue europee.


 ANNI NOVANTA 

 Anni '90

1991/1992: tutte le classi quarte e quinte, in quanto "Progetto 92", seguono un piano formativo di specializzazione che prevede, obbligatoriamente, l'esperienza di stage della durata minima di due settimane e la presenza di docenti esperti provenienti dal mondo del lavoro per un tempo pari a non meno del 70% di quello dedicato alle attività volte ad un preciso orientamento specialistico. 

1993/1994: il 'Progetto 92' non è più sperimentale, ma 'di ordinamento'. Mentre i diplomi di Analista Contabile, Operatore commerciale e Tecnico delle spedizioni internazionali vengono sostituiti dal diploma unico di "Tecnico della gestione aziendale ". Unico ma flessibile. Fedeli alla formula che tradizionalmente ci impone uno sguardo al presente e al futuro del mercato del lavoro, gli studenti di questo corso possono infatti scegliere tra diversi orientamenti specialistici. Altrettanto succede per l'indirizzo turistico che, per la prima volta, diploma i "Tecnici dei servizi turistici".

1996/1997: un’altra esigenza motiva un’altra risposta. Viene avviato il corso "Tecnico dei Servizi Sociali" in relazione alla notevole espansione del settore del servizio alla persona, bambini, infermi, anziani; l'anno precedente avevano esordito i corrispondenti corsi serali.

1997/1998: verso il nuovo millennio, verso i cambiamenti che la società impone, l'Istituto aderisce alla nuova sperimentazione Progetto 2002 -proposta di nuovo dalla Direzione Generale per l'Istruzione Professionale – che viene avviata in tutte le classi prime. Progetto 2002 si caratterizza per la riduzione del numero di ore settimanali, per la conferma di un'area flessibile -progettata autonomamente dall'istituto- e per l'introduzione della nuova disciplina "Tecnologia dell'Informazione e della Comunicazione".

1998/1999: forti dell’uso ormai consolidato degli strumenti informatici, e della possibilità di fruire delle risorse offerte dalla rete Internet, è possibile sperimentare le più avanzate metodologie didattiche. Nell'indirizzo Tecnico della Gestione Aziendale viene introdotta la specializzazione Impresa Formativa Simulata. Nell'indirizzo Tecnico dei Servizi Turistici, prende il via la specializzazione in "Promozione e Gestione degli Impianti Sportivi".


 ANNI DUEMILA 
 
Scuola duemila

1999/2000: forse non sempre il mezzo è il messaggio, ma certamente ogni nostro sguardo non può più prescindere dallo schermo del PC: nell'indirizzo Tecnico della Gestione Aziendale viene introdotta la Specializzazione "Computer Graphics" orientata alla comunicazione commerciale e pubblicitaria.

2001/2002: si conclude il primo quinquennio di Progetto 2002. Il bilancio, misurato sulla preparazione, l’esperienza, l’inserimento nel mondo del lavoro dei ragazzi, è decisamente positivo.